x

E' facile dimenticarsi della poesia. Attiva le notifiche premendo sulla campanella e ti invieremo, di tanto in tanto, poesie che vale la pena condividere --->

Saccheggiatrice di inerzie e dolori,
notte; difesa ai silenzi,
l’età rigermina
delle oblique tristezze.

E vedo in me fanciulli
leggiadri ancora sull’anca,
al declivio delle conchiglie
turbarsi alla mia voce mutata.

Altra poesia su "fanciullezza"