x

E' facile dimenticarsi della poesia. Attiva le notifiche premendo sulla campanella e ti invieremo, di tanto in tanto, poesie che vale la pena condividere --->

Da boccali scavati in perla –
assaporo un liquore mai distillato.
Neppure le bacche di Francoforte
un alcool simile hanno mai dato!

Ebbra d’aria –
corrotta di rugiada –
da locande di blu fuso –
vacillo, lungo interminabili giorni d’estate.

E quando gli “osti” dalla digitale
cacceranno l’ape ubriaca –
quando la farfalla rinuncerà ai suoi “sorsi”
Io, berrò ancora di più!

Fino a quando i serafini dondoleranno
i loro bianchi cappelli e accorreranno
alla finestra – i santi – per vedere
la piccola bevitrice giunta da Manzanilla!

Ami i libri?
Silenzi (postuma)

Anche noi. Poetz esiste per praticità, ma alcuni libri vanno posseduti nella loro edizione cartacea. Questa è la raccolta di cui la poesia fa parte, nell'edizione scelta da noi per contenuto e bellezza.

Ottieni la raccolta!
Altra poesia su "estate"